Vai al contenuto principale

Resistenza alla trazione del tessuto, quali sono i fattori che influenzano e come testarlo?

La resistenza alla trazione è senza dubbio un indice significativo nella prova del tessuto tessile. Questo articolo approfondirà in dettaglio diversi fattori che hanno un impatto sulla resistenza alla trazione del tessuto e identificherà i metodi per massimizzare la resistenza alla trazione del tessuto, che possono essere utilizzati come guida per ottimizzare ulteriormente la qualità del prodotto.

I principali fattori che influenzano la resistenza alla trazione dei tessuti sono i seguenti.

1 il carico di rottura of  fili di ordito e di trama

Ci sono alcuni fattori che influenzano la resistenza alla trazione del tessuto, come il materiale del filato finito e la proporzione del filato misto, la finezza delle fibre e del filato (titoli o specialità), l'omogeneità del filato finito, l'umidità recuperare o contenuto di umidità, un singolo filato o un filo, il numero di torsioni (coefficiente di torsione) del singolo filato e del filo e la durata di conservazione della fibra o del filato. Ci sono anche altri fattori come l'allungamento delle fibre elastiche, che possono comportare grandi differenze tra i diversi tessuti.

2 metodi di tessitura e condizioni di tessitura (ad esempio, esiste la differenza tra tessuti a maglia e intrecciati), la struttura del tessuto (come ad esempio pianura, twill, raso, jacquard e così via) e la densità dei fili di ordito e di trama.

Differenti resistenze di trama e ordito determinano la forza della rottura superiore. E dobbiamo controllare se ha un bordo del tessuto, un bordo pieno o grezzo e se non entra in contatto con imperfezioni e pieghe, e quanto è lontano dal bordo del tessuto originale (quindi il campione deve essere prelevato almeno 150 mm dal bordo) che fanno un'enorme differenza sul risultato del test. Inoltre, il tessuto macchiato e il tessuto dopo la sbozzatura, la tintura e la rifinitura del tessuto, in particolare il tessuto sottoposto a immersione e rifinitura speciale, variano considerevolmente nell'aspetto della resistenza. Il processo di tessitura, tintura, spazzolatura, ecc. hanno tutti un effetto sulla forza di trazione del tessuto. I filati più grossi hanno una resistenza migliore rispetto ai filati più fini, il twill è migliore del semplice, non spazzolato è migliore di quello spazzolato e meno corrosiva è la tintura, meglio è.

Tessuto a maglia contro tessuto

3 la forza e la finezza del filato originale, la densità dell'ordito e della trama e il processo di finissaggio

La resistenza alla trazione dei tessuti non stirati può diminuire dopo la finitura non stirata, compromettendo la durata del tessuto. La variazione della resistenza alla trazione del tessuto, la resistenza e l'allungamento dei fili, la resistenza all'intreccio e la struttura morfologica influiscono in modo significativo sulla resistenza prima e dopo il finissaggio non stiro. Filati con una forte resistenza e un elevato allungamento si intrecciano in tessuti che sono soggetti a forze esterne con un gran numero di radici di filato sotto sollecitazione comune e hanno meno probabilità di essere strappati.

Tessuto a trazione forza test

Esistono due metodi di prova frequentemente utilizzati, incluso il metodo della striscia e il metodo della presa. E secondo il metodo delle strisce, i tessuti possono essere divisi in strisce divise e strisce tagliate a seconda che i bordi possano essere rimossi.

1 prova del campione della striscia:

Allude a una prova di trazione del tessuto sulla resistenza complessiva del provino. Nella prova, il provino deve essere strappato in uno con una larghezza specificata (generalmente 5 cm), quindi l'intera larghezza di un provino sarà trattenuta da una pinza. Per alcuni tessuti non tessuti, tessuti rivestiti e tessuti che non sono facili da tirare il filo sul bordo del provino, solo quando vengono tagliati a quelli con larghezza specificata, è possibile eseguire la prova.

2 Prova campione di presa:

Si riferisce a un provino di trazione del tessuto trattenuto da una pinza nella parte centrale del provino nella direzione in cui giace la larghezza del tessuto.

prova del campione di presa e striscia

3 Principio delle due prove:

Entrambi i metodi richiedono al tester di allungare il provino a velocità costante fino a quando non si rompe e quindi verranno registrati i dati del carico di rottura.

4 Il meccanism per ffrattura abraica:

Dopo che il tessuto è stato teso, il filo prima diventa diritto dalla flessione e poi diventa sottile. Il tessuto non diventerà più sottile a meno che l'area del filo con la resistenza più debole non soffra di allungamento per frattura. Solo in tali condizioni, il filo può rompersi uno per uno, provocando la frattura del tessuto.

A causa dell'estrusione nei punti di intreccio del filo durante il processo di stiro, la resistenza allo scorrimento tangenziale nei punti di intreccio aumenta, diminuendo l'irregolarità della resistenza del filo e l'allungamento. Maggiore è il numero di punti di intreccio del filo nei due sistemi, minore è la lunghezza flottante, che ci aiuta ad aumentare in una certa misura la resistenza del tessuto. E ovviamente, anche la densità di ordito e trama e la resistenza del filato hanno un'influenza diretta sulla forza di trazione del tessuto.

Prova di allungamento a trazione del tessuto

1 Il principio del test:

All'inizio, il tessuto deve essere teso con un allungamento fisso o una forza fissa, che lo fa subire una deformazione. Quindi la resistenza alla trazione dovrebbe essere rilasciata dopo un certo periodo di tempo per far recuperare al tessuto la sua forma originale. Possiamo calcolare il tasso di recupero elastico e il tasso di deformazione plastica misurando l'allungamento residuo del tessuto per scoprire l'elasticità a trazione del tessuto.

Nota: la deformazione plastica si riferisce alla parte di tessuto che è soggetta ad una certa resistenza esterna e non può recuperare la forma originale nonostante il ritiro della forza

il processo di allungamento

L0: la lunghezza iniziale del campione

L1: la lunghezza del campione sotto il carico massimo

L2: la lunghezza rimanente del campione che viene allungato al massimo allungamento e recupera la forma iniziale per un certo tempo

L1-L0: allungamento totale del campione

L1-L2: intero recupero del campione

L2-L0: allungamento del campione in realtà

Allungamento massimo: il rapporto tra la lunghezza di allungamento del campione sotto carico massimo e la lunghezza iniziale.

Il tasso di allungamento massimo è uguale a (L1-L0) / L0 × 100%

Tasso di allungamento residuo (tasso di deformazione plastica):

il rapporto tra l'allungamento effettivo e la lunghezza originale del campione dopo essersi allungato fino all'allungamento massimo e averlo lasciato per un po' di tempo.

Il tasso di allungamento residuo è uguale a (L2 – L0) / L0 × 100%

Tasso di risposta: il rapporto tra la risposta totale e l'allungamento totale del campione

Il tasso di risposta è uguale a (L1-L2) / (L1-L0) × 100%

 

 

 

 

 

 

 

Questo post ha commenti 0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Torna in alto
Apri chat